Frio

Frio

84
(8)
Frio
Canto
Foto

Mi chiamo Yuri Vidal, in arte Frio, sono un cantante emergente della provincia di Cuneo. Sono nato a Rio de Janeiro, in Brasile, da mamma italo-brasiliana e padre brasiliano, e mi sono trasferito in Italia con i miei genitori all’età di 4 anni.
Negli anni ho sempre amato la musica, fin da piccolo ascoltavo Michael Jackson (ne andavo completamente matto, cercavo persino di imitare i suoi balli e cercavo di cantare le sue canzoni a modo mio) e, anche oggi, resta il mio cantante preferito. Crescendo ho imparato ad apprezzare un po’ tutti i generi musicali, amavo già cantare e ogni occasione era buona per farlo tra cori, lezioni a scuola e tanto altro. Un giorno un mio amico mi fece conoscere il rap, avevo circa 12/13 anni, fu amore al primo ascolto. Ne ero dipendente e sentivo più solo quello dal mattino alla sera, mi ha completamente segnato. Tre anni fa decisi di iniziare a  scrivere per via di alcune cose abbastanza brutte che mi erano successe, era una sorta di sfogo ma solo per me, non facevo leggere nulla a nessuno e non avrei mai pensato di iniziare a fare canzoni finché un mio amico mi disse “perché non ci provi?”, decisi di dargli ascolto e caricai le prime canzoni.
Decisi di chiamarmi Frio perché volevo avere un nome in portoghese in memoria delle mie origini e, dato che ho iniziato scrivendo canzoni molto tristi, mi sembrava azzeccato Frio perché vuol dire freddo in
portoghese, un po’ come il mio modo di scrivere.
Con il tempo il mio modo di scrivere è cambiato completamente e sono  passato dal Rap a fare Pop  mischiandolo a volte anche con il Funky brasiliano, mischiando le sonorità e gli strumenti del brasile cercando di creare uno stile tutto mio, diverso da tutti.
Da quando ho iniziato a pubblicare canzoni ho fatto tantissimi eventi tra cui un palazzetto con 1600 persone, un evento di capodanno con 4000 persone e tantissimi altri, anche in giro per l'Italia (Torino, Milano, Roma e Napoli), oltre a ciò ho fatto anche delle aperture ad artisti come Junior Cally, Boro Boro,  Tredici Pietro e il più recente è stato il 5 settembre 2020 a Fossano dove ho aperto il concerto di Guè Pequeno.

Quest’anno sono stato selezionato da Radio Deejay per partecipare a Deejay On Stage con il mio brano Wow e la cover di Sono Un bravo Ragazzo Un Po Fuori di testa di Random, rivisitata con il mio stile di funk brasiliano. Nel concorso sono arrivato alla semifinale tra i primi 8.
Da più di un anno collaboro con i miei genitori che mi supportano in tutto e per tutto, mio padre si occupa della parte manageriale, mi gestisce e mi accompagna negli eventi a cui partecipiamo. Con mia madre invece scrivo, anche perché è da tanti anni una sua passione, scambiandoci idee e pareri sulle canzoni da fare e grazie a ciò stiamo entrando sempre più in sintonia e nei nuovi progetti sta iniziando a partecipare attivamente facendomi cori, doppie voci e sporche!
Nonostante i miei non siano dell'ambiente, sono operai, sapere che sono vicini a me in tutto e per tutto mi rende molto contento perché supportano il mio sogno.